Lo spunto di oggi – Renoir secondo Truffaut

 

 

    “Jean Renoir non filma situazioni ma piuttosto – vi chiedo di ripensare a quell’attrazione da fiera che si chiama “palazzo degli specchi” – personaggi che cercano di uscire da questo palazzo e urtano contro gli specchi della realtà. Jean Renoir non filma idee ma uomini e donne che hanno idee e queste idee, per quanto barocche o illusorie possano essere, lui non ci invita né ad adottarle né a scartarle, ma semplicemente a rispettarle.

    Quando un uomo ci sembra ridicolo per la sua ostinazione a imporre una certa immagine solenne della sua esistenza, sia che si tratti di un politico che di un artista megalomane, si dice che perde di vista il neonato con i suoi vagiti che è stato nella sua culla e il vecchio rottame con i suoi rantoli che sarà sul letto di morte. E’ chiaro che l’opera cinematografica di Jean Renoir non perde mai di vista questo uomo indifeso, sostenuto dalla grande illusione della vita sociale, l’uomo senza aggettivi.”

François Truffaut 

Pubblicato da Giovanni

Mi chiamo Giovanni Covini. Faccio il filmaker e mi guadagno da vivere insegnando cinema. Nel 2006 ho vinto un David di Donatello e un Nastro d’Argento per Un Inguaribile Amore, documentario visibile attraverso il link sulla mia homepage. Nel 2012 ho pubblicato Le Ferite dell’Eroe, per Dino Audino Editore. Nel 2017 lavoro ad una docu-fiction sul rapporto fra Cristiani e Musulmani, attraverso il Romeo e Giulietta di Shakespeare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: